MENU

mercoledì 19 settembre 2012

Il fascino del vintage-La pizzicata di Palermo

Non è possibile.Ormai guardare il telegiornale fa venire l'ansia,la tensione.Guardare un film horror e il telegiornale e ormai la stessa cosa.
Le cose importanti sempre al secondo posto.Per prima una lunga presentazione delle sfighe:e quello che si precipita,e quell'altro che spara o si spara.E basta,il più brutto e quando tu sei li seduta a tavola e mangi tranquilla una bella insalatona quando in tv ti appare Giorgino e ti fa saltare nel aria:allerta maltempo.
Vai a spiegarglielo a quello li che non e sempre una catastrofe,che a volte sono cambiamenti normali delle quattro stagioni(ma non di Vivaldi).Che a Palermo e normale ci sia scirocco d'estate,a Milano la nebbia  e a Venezia l'acqua alta.
Oppure,tan tan in primo piano il telegiornale inizia con una notiziona:la Belen e incinta.Ma va,si e decisa finalmente?E se io sarei incinta finirei in primo piano nel notiziario?almeno in quello pomeridiano?No,no,non ci credo proprio.
Sono desolata però capisco.Nel mondo di oggi per essere una persona che conta l'importante è l'immagine.Ma non quella propria ma quella che viene fuori dopo essere stata toccata dal bisturi.
Come diceva la mia amata Luciana,"la donna e come un condominio:ogni tanto bisogna rifarle la facciata,quella più esposta alle intemperie".
Ma e pure vero che le cose antiche non passano mai di moda e che noi,ragazze non invecchiamo mai,diventiamo vintage.
La ricetta di oggi e una ricetta antichissima siciliana,un po' vintage e molto facile da fare.



  • 500 g di farina 00 Molino Chiavazza
  • 10 g di zucchero Zefiro
  • la scorza di un limone non trattato
  • 5 uova
  • 60 g di strutto
  • 300 g di miele
  • la scorza di un arancia,non trattata
  • 100 g di mandorle Life
  • sale





-Versate sulla spianatoia la farina,lo zucchero,le scorze di limone e arancia e un pizzico di sale.Amalgamate,unite le uova sbattute e 50 g di strutto e impastate fino ad ottenere un impasto liscio.
-Formate alcuni rotolini con la pasta,tagliateli a pezzetti con il coltello e ricavate piccole palline.
-Friggeteli in una padella con 10 g di strutto bollente e metteteli sulla carta assorbente per eliminare il grasso.
-Sciogliete a bagno maria il miele,aggiungete le mandorle e un altro po' di scorza di arancia.
-Versate le palline dentro e mescolate per assorbire completamente.
-Servite fredda.



60 commenti :

  1. Que rico se ve, me encanta la pinta.

    Saludos

    RispondiElimina
  2. Quanto sei forte! Evviva essere vintage allora, se è essere belli come questa pizzicata splendida!! Ahah, sui telegiornali hai ragione.. ormai sono fonte di ispirazione persino per Dario Argento .. che inizia a sentirsi inferiore per trame e inventiva.. per non parlare dei luoghi comuni con cui ci tartassano o delle indecisioni delle bambolotte di turno sul loro essere incinte o meno. Secondo me, un bell'Activia signora Belen mette a posto tutto: da una parte la libera dal gonfiore.. dall'altra, chiamiamolo un augurio per dove la vorremmo mandare. Ti abbraccio!

    RispondiElimina
  3. Hai ragione Tina, questo mondo sta diventando proprio bruttino! E noi ci consoliamo con i tuoi menu' appetitosi.
    un bacione

    RispondiElimina
  4. ...hai troppa ragione!!! ormai il telegiornale parla solo di cose che fanno audience!!! Che sia il tipo che si spara o la Belen incinta non importa l'importante è parlare ...che poi alla fine delle cose più importanti non si parla mai...che la crisi c'è si sa si sente tutti a pelle (o quasi tutti) ma avolte accendi il tg e trovi il servizio sul gatto sull'albero ...o cronaca nera o cronaca ridicola... mah!!!??? Molto spesso preferisco ascoltare le trasmissioni radiofoniche di radio2 che con un po' di ironia ti informano su un sacco di cose...a parte questo questi dolcetti sono davvero da 10...credo di averli sentiti molti anni fa a casa di una famiglia di origini calabresi può essere?? Baci e complimenti

    RispondiElimina
  5. Ciao Tina,
    sono d'accordo, io ormai guardo quasi solo programmi di cucina e "una mamma per amica". No non sono superficiale ma a volte uno guarda la tv per rilassarsi!!!!
    Il resto me lo cerco sui giornali!
    LA tua ricetta mi piace e il vintage ha sempre il suo gran fascino!!!!

    RispondiElimina
  6. Io questo dolcetto lo preparo sempre a carnevale...ma sono sicura sia ottimo in ogni stagione dell'anno!
    alla prossima e buona giornata!

    RispondiElimina
  7. Si la televisione ci riporta solo notizie è meglio collegarci ai nostri blog e deliziarti con ricette come la pizzicata. Ciao.

    RispondiElimina
  8. se posso io i telegiornali li evito!

    RispondiElimina
  9. Bellissima questa cosa del diventare non vecchie ma vintage, approvo in pieno! :D E questa pizzicata è deliziosa, sbaglio o assomiglia molto agli struffoli napoletani? :) Complimenti e un bacione, buona giornata! :)

    RispondiElimina
  10. Il vintage non tramonta mai! ;-)
    Quanto mi piace la pizzicata, me ne mandi un pò????

    RispondiElimina
  11. Quanto mi piace la cucina siciliana :-)!!!
    Mi piace il vintage,...non tramonterà mai :-)!
    Elisa

    RispondiElimina
  12. Tina, basta tv generalista!!Io da quando in puglia siamo passati al digitale prendo solo Real Time e vivo molto più leggera ;)
    Baci,
    Ellen

    RispondiElimina
  13. Che bella ricetta tesoro , che buone le ricettine siciliane!!
    Hai ragione con il tg io non lo vedo mai ^_^ leggo solo ^_*
    bravissima bacioni!!

    RispondiElimina
  14. brava Ellen,real time anche per me,a go go:)

    RispondiElimina
  15. buonissimi questi dolcetti. brava ciao kiara

    RispondiElimina
  16. mi attira sta ricetta!
    Ottimo consiglio!
    Lu

    RispondiElimina
  17. Hai perfettamente cara Tina! Ormai vedere il tg è qualcosa di tremendo! Se elimini tutte le idiozie di gossip restano solo le ammazzatine (mai che parlano di cose importanti realmente). Una depressione!
    Ecco questo è un piatto siciliano che ho mai provato a mangiare!
    devo rifarmi al più presto!
    bravissima tesoro!!!!
    un bacione grande

    RispondiElimina
  18. gli strufoli napoletani!! :D tesò fai come me...non la guardare! ho chiuso, cade o no il mondo nn lo voglio sapere, qualke notizia l'apprendo dal web e basta.. siamo vintage allora?! :D ciao cara buonissima la pizzicata!

    RispondiElimina
  19. concordo con te su quello che dici riguardo ai tg, ma evidentemente non siamo in molti a pensarla così, se la tv insiste su gossip e cronaca nera, vuol dire che gli ascolti ci sono! Per quanto mi riguarda, ultimamente la mia tv è sempre più un semplice oggetto d'arredamento! Ti saluto e ti auguro una buona serata!

    RispondiElimina
  20. Ormai non ci bado nemmeno più. Ho come l'impressione che i telegiornali facciano prima a scrivere "Moriremo tutti!" che tutte le disgrazie che snocciola ogni giorno. Che poi, se uno ben ci pensa, sono le stesse che esistevano anni e secoli fa, ma oggi, ovviamente, sappiamo tutto di tutti perché la tv ci informa, facendoci passare per catastrofi ciò che nel mondo accade normalmente da secoli. Bah!
    Però la teoria vintage mi piace. Lo dovrò dire anche al mio Amore quando invecchierò.. Voglio vedere se lui sarà d'accordo.
    Per quanto riguarda la pizzicata, che dire? E' magnifica. Ricorda un po' gli struffoli napoletani, solo che noi non usiamo le mandorle, la i canditi :)

    RispondiElimina
  21. Io alla tv guardo solo film, telefilm e documentari...almeno ci si rilassa e dai documentari si impara qualcosa!
    Non conoscevo questo dolce...dev'essere buonissimo!!!!
    Un bacione

    RispondiElimina
  22. Guarda non solo il tg ma anche i quotidiani, oggi in prima pagina sul locale di Lecco c'erano moti e feriti e il resto dopo... Uno parte già male...
    Ma questa ricetta che sa di antico, di donne che si ritrovano, di casa e di famiglia fa dimenticare tutte queste cose per cogliere l'essenziale... Un bacione

    RispondiElimina
  23. O.o non me lo dire il tg io per certi versi lo odio...infatti quando siamo tutti a pranzo o a cena mio padre accende la tv ed io con una scusa la spengo!!Ma largo ai complimenti per la tua ricetta...brava!!!bacioni

    RispondiElimina
  24. viva le vintage,e viva la pizzicata!
    Se stiamo a guardare tutto quello che dicono in tv,dovremo fare una buona scorta di ansiolitici :-)

    RispondiElimina
  25. mi mette in cucina per fare la festa ... visitare il mio blog: http://bolosconfeitadosdagui.blogspot.com.br/

    RispondiElimina
  26. ti capisco,soprattutto quando parli del clima,siccome i tg li fanno a roma e milano credono che il 30 agosto scatti l autunno in automatico,non vengono a vedere che sulle isole andiamo al mare fino a ottobre ????

    RispondiElimina
  27. Quante belle e buone ricette in questo blog....complimenti. Io sono passata dal tg ai cartoni!!
    Ciao a presto da Claudette

    RispondiElimina
  28. ma vah.. un film dell'orrore è meglio del telegiornale, per non parlare di quando si occupano di politica.. no comment!! ma questi sono tipo gli strufoli.. giusto?? io li ho mangiati giganti in Umbria, mi sa che ogni regione li fa diversi.. ed erano buonissimi, pure i tuoi mi sanno da golosi!!! un bacione

    RispondiElimina
  29. Se son tipo gli strufoli son buonissimi.
    Per quanto riguarda l'introduzione almeno i film d'horror son finti!

    RispondiElimina
  30. Adoro le ricette della tradizioni, non conoscevo questi dolcetti, ho visto la foto e già mi sono affezionata, devo assolutamente provarli. Buona serata Daniela.

    RispondiElimina
  31. Mmmmm sembrano le frittelline che mia mamma mi faceva da piccola per carnevale!!!!

    RispondiElimina
  32. D'accordo con te, cerco di evitare la TV, mette solo tristezza, la vita e' troppo bella non può essere condizionata dai media.
    In quel di Cinisi, Partinico e Balestrate, ho mangiato questa stupenda pizzicata.
    La tua Tina e' meraviglioso.
    Hola

    RispondiElimina
  33. ...che cose verissime che hai detto...hai proprio ragione! complimenti per la ricetta deliziosa! Un abbraccio, Manu

    RispondiElimina
  34. Buonissima, questa è la versione degli struffoli napoletani, complimenti! E comunque quello che dici tu è straverissimo. Meglio guardare cartoon network o boing almeno non ti sale il sangue al cervello nel vedere certe cose alla tv!

    RispondiElimina
  35. Come ti do ragione sul paragone telegiornale e film horror, però almeno il film horror a volte è interessante, mentre i telegiornali sono sempre tutti uguali...Questa tua ricetta mi sa proprio che è squisita, anche se non so perché l'abbinerei al carnevale..forse i colori, forse la forma o forse gli ingredienti...mah, chi lo sa! Sicuramente però è buonissima tutto l'anno :) Un bacio, Fede

    RispondiElimina
  36. che bello il tuo blog...poi se posso avrei delle domande da farti...ma magari ti scrivo in pvt! :) a presto!

    RispondiElimina
  37. poi torno a sbirciare nel tuo blog con calma! tanto mi sono inserita nei lettori fissi! :)

    RispondiElimina
  38. Ciao Tina
    piacere di conoscerti.Complimenti per il blog,
    e la tua pizzicata assomiglia molto al mio struffolo napoletano....che adoro......
    bravissima ..un bacio

    RispondiElimina
  39. ne prenderei giusto un po' per colazione...come iniziare meglio la giornata? :D

    RispondiElimina
  40. ciao è un piacere conoscerti ! Bellissimo il tuo blog e le tue ricette ! Qusta poi così siciliana mi piace molto, mi incuriosisce perché non l'ho mai provato questo dolce ! un abbraccione |

    RispondiElimina
  41. Lo dice sempre anche la mia insegnante di burlesque: noi non invecchiamo, diventiamo vintage! E infatti io il telegiornale non lo guardo più, sono convinta che il presidente della repubblica sia ancora Sandro Pertini, che esista il PCI e che il muro di Berlino sia ancora in piedi. Più vintage di così, posso solo scofanarmi una chilata di questa prelibatezza e farmi i crescere i fianchi alla Sofia Loren!

    RispondiElimina
  42. Scopro oggi il tuo blog e mi piace tantissimo!
    Fantastico davvero!
    Ti seguirò! ^.^
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  43. Bella questa immagine di noi donzelle che diventiamo vintage, ti rubo la frase e la prossima volta che mi sento dire "ma hai anche tu i capelli bianchi?" io risponderò così...."il vintage va di moda!"

    RispondiElimina
  44. è un piacere conoscere le specialità della sicilia, complimenti per il blog ha tante belle proposte

    RispondiElimina
  45. io ormai sono diventata antitg .. le notizie me le guardo su internet!!! bellissima questa ricettina .. baci

    RispondiElimina
  46. Detesto vedere il tg all'ora dei pasti...mi si blocca la digestione! Grazie d'essere passata da me perchè così ho scoperto il tuo delizioso blog. Mi unisco volentieri ai tuoi tanti followers.Siamo anche abbastanza vicine,tu Sicilia,io Calabria!
    A presto,
    Ale

    RispondiElimina
  47. Non conoscevo questa ricetta e prendo appunti. Mi fa piacere unirmi ai tuoi lettori e ti ringrazio x la visita! Complimenti x il tuo blog e a presto! Ciaooo!

    RispondiElimina
  48. Hai ragione, prende il patema d'animo a vedere il tg e ad aprire un giornale, anche perchè diciamola tutta, spesso sono proprio i giornalisti ad essere allarmisti e a farla ancora più grave di quello che è solo per fare lo scoop. comuqnue consoliamoci con questa delizia! complimenti è spettacolare!

    RispondiElimina
  49. Mio padre è di Messina e io mi sento profondamente legata alla Sicilia. Il mio sogno è da sempre visitare Palermo.. La Vucciria è cambiata molto negli ultimi anni? Mi dicono di si, purtroppo...

    RispondiElimina
  50. Mi piace la cucina italiana e ricette, assicuratevi di provare :-) Mi piace molto
    magari scrivere nespisovne ma è attraverso traduttore di Google mi dispiace

    RispondiElimina
  51. a Francy:si e cambiata tanto,purtroppo....

    RispondiElimina
  52. Ciao, eccomi qua a ricambiare la tua gradita visita! Un blog di cucina...mi piace "pasticciare"in cucina, sperimentare, quindi...ti seguo!
    Buona giornata,
    Cinzia

    RispondiElimina
  53. ciao
    scusa se mi imbatto solo ora nel tuo blog.
    lo trovo ben organizzato e poi sono una che adora le ricette altrui e i consigli perché in cucina devo sempre seguire una ricetta e mai darmi all'improvvisazione ;-)
    eheheheh
    un po' si scherza e un po' si dice la verità ;-D

    RispondiElimina
  54. Una buona notizia c'è.. oggi ho trovato un blog molto carino.. il tuo! =) Sono siciliana, eppure questa ricetta non la conoscevo, deve essere di un buono! A presto!

    RispondiElimina
  55. Ciaooooo, sono venuta a trovarti e ho trovato questa bontà! Complimentiiiii!!!!
    buona serataaa :))

    RispondiElimina
  56. Una meravigliosa spezialità. Molto deliziosa.

    Baci,

    Rosa

    RispondiElimina
  57. Mmmm che bontà mi hai fatto ricordare quando, da bambina, le preparava la mia compianta nonna Rosa.

    Grazie :)

    RispondiElimina
  58. La pizzicata, ottime, quante ne ho mangiate, sono come le ciliege...una tira l'altra. Ho fatto il Car (militare) proprio a Palermo alla caserma Scianna, poi sono ritornato ancora ho amici a Mondello che è stupenda, e proprio a Palermo ho iniziato a gustare i ricci e le cozze, che bei ricordi!! Buona giornata e felice domenica...ciao

    RispondiElimina

Be nice, the world is a small town ;)